Visualizzazione post con etichetta Canzoni. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Canzoni. Mostra tutti i post

lunedì 27 giugno 2016

CANZONE - Mi son disperaa - Walter Di Gemma



domenica 24 gennaio 2016

Canzone - Se g'han de dì


Se g'han de dì - Nanni Svampa





domenica 13 dicembre 2015

sabato 7 febbraio 2015

Canzone - Walter Valdi: Però però però

Walter Valdi: Però però però


L'era on tòcch de gnòcca che la finiva pù
la mia morosa, e mì gh'avevi piccaa el coo;
ma, prima de sposalla, savii come se fa,
hoo dii: “L'è mej che vaga e ghe le disa al mè papà”


L'è restaa lì on moment, poeu dòpo el m'ha guardaa.
El dis: Non è possibile! Te tocca lassà stà!
In mezz a tanti donn t'hee cattaa foeura proppi quella!


Te podet nò sposass... L'è toa sorella!
Però... però...
tì dighel nò a la mamma, che la mamma le sa nò.
Però... però...
tì dighel no a la mamma, che la mamma te sa nò.


Mì a sentì inscì son restaa li 'me on ciula.
Però, dopo on quaj dì, hoo trovaa on alter tòcch de gnòlla.
Hoo dii: “Ben ciao, pazienza, me sposi questa chì”.
Sont andaa in de mè pader de corsa e ghe l'hoo ditt.


L'è restaa lì on moment, poeu dopo el m'ha guardaa;
el dis: “Non è possibile! Te tocca lassà stà.
Te pòdet nò sposalla, me dispias, porca sidella,
però anca quella lì l'è toa sorella!”


Però... però...
tì dighel nò a la mamma, che la mamma le sa nò.
Però... però...
tì dighel nò a la mamma, che la mamma le sa nò.


Ovej, n'hoo cambiaa vòtt, ma l'era semper quella!
Andavi in de mè pader: l'era semper mia sorella!
In gir ghe n'era pù. Savevi pù 'se fà.
Sont andaa in de mia mamma perchè s'eri disperaa.


La resta lì on moment, la me guarda e la fa:
“Sta minga lì a casciattela, desmett de caragnà.
A quell che tha ditt tò pader, te g'hee nò de dagh a trà
per via del fatto che l'è minga lù a vess tò papà”


Però ... però ...
tì dighel nò a tò pader che tò pader le sa nò.
Però ... però ...
tì dighel nò a tò pader che tò pader le sa nò!

martedì 20 gennaio 2015

lunedì 19 gennaio 2015

venerdì 16 gennaio 2015

mercoledì 17 dicembre 2014

martedì 28 ottobre 2014

Canzone - Lassa pur ch'el mond el disa - Giovanni D'Anzi





Se sa che a parlà de Milan se fa minga fadiga, 

con tanti argoment per i man el discors el scarliga 

ciapèm per esempi i semafor che grand meraviglia 

te par de vedè tanta gent a ballà la quadriglia

Lassa pur ch'el mond el disa ma Milan l'è un gran Milan 

Pòrta Cicca e la Bovisa che d'intorni pròpi san 

e la nebbia che bellezza, la va giò per i polmon 

e quand fiòcca che gioia gh'é el parco e i bastion 

per scià senza andà al Mottaron 

fa nagòtt se poeu pieuv e andemm giò a tomburlon  
in la puccia a puccià el panetton.


Se sa che a Milan gh'é in progett la metropolitana 

però ògni dì sto progett semper pu el se 'lontana 

in cambi num s'em che in pittura Milan la fa scoeula 

gh'è d'intorna domá cartellon del formagg Gorgonzoeula.

Lassa pur ch'el mond el disa 

ma Milan l'è un gran Milan 

el Carrobi e la via Brisa el carrett di ciapa can 

se te ve sul Montemerlo par de vess a San Vincent 

còssa l'è Montecarlo, San Remo, Menton in confront

de l'Olona e el Tombon a Paris gh'è la Senna e'l Danubi 
l'è blu ma a Milan gh'è el Navili e poeu pù.


Lassa pur ch'el mond el disa 

ma Milan l'è un gran Milan 

on bel piatt de busecca con dent i borlòtt 

on oss buss cont intorna el risòtt

on litròtt de quel bon cont on bel minestron 

fan content ògni milaneson.




Giovanni D'Anzi

domenica 19 ottobre 2014

Canzone - Oh Mia Bela Madunina

Oh Mia Bela Madunina - Giovanni D'anzi

 


Oh mia bela Madunina (O mia bella Madonnina) è una canzone composta in parole e musica da Giovanni D'Anzi nel 1935.
La Madonnina in questione è la statua d'oro posta in cima al Duomo di Milano. Col tempo questa canzone è diventata il simbolo del capoluogo lombardo.

venerdì 17 ottobre 2014

Canzone - La Bella La Va Al Fosso - Nanni Svampa

Nanni Svampa - La Bella La Va Al Fosso

 

Se il video non viene visualizzato CLICCA QUI per vederlo su Youtube

La bella la va al fosso
ravanei remolaz barbabietol' e spinaz
tre palanche al mazz
la bella la va al fosso
al fosso a resentar
e al fosso a resentar.

Intant che la resenta
ravanei remolaz ...
intant che la resenta
al ghè cascà l'anel
o al ghè cascà l'anel.

La alza gli occhi al cielo
ravanei remolaz...
Ia alza gli occhi al cielo
ravanei remolaz...
la vide il ciel seren
e la vide il ciel seren.

La sbassa gli occhi all'onda
ravanei remolaz...
la sbassa gli occhi all'onda
la vide un pescator.
e la vide un pescator.

O pescator dell'onda
ravanei remolaz...
o pescatore dell'onda
pescatemi l'anel
o pescatemi l'anel.

E quand l'avrai pescato
ravanei remolaz...
e quand l'avrai pescato
un regalo ti farò
un regalo ti farò.

Andrem lassù sui monti
ravanei remolaz...
Sui monti a far l’amor
Sui monti a far l’amor

domenica 5 ottobre 2014

Canzone - El purtafoeuj - Nanni Svampa

El purtafoeuj - Nanni Svampa 


Ohei mi l'alter dí sont andàa in via Larga
per ritirà di ritratt ch'hoo fàa fà
A voo denter el padrón el me guarda
tiri foeura i danée per pagà

Ciappi i ritratt i foo sú cont on foeuj
‘poggi sul tavol el mè portafoeuj
Oh che vaccada che hoo mai fàa mi
el mè portafoeuj me l'han bell e rostí

Ma mí sicur de la mia mettuda
ghe spuj in d'on oeucc e ghe strasci la muda
Ma lú el me dis: mè car Luis
el tò portafoeuj l'è giamò in paradis

Voo de corsa a la posta central
per podè ma de rintraccial
L'impiegàa el me dis: Vittori
el tò portafoeuj l'è giamò in purgatori

Gh'era dent dusént franch ma de quej mínga matt
dovevi toeu dusént cravatt
on'oca o dò cont trii o quatter polaster
on pè de cà cont insemma el capp master

Toeuvi on vagon de pasta lasagna
dovevi mandà la morosa in campagna
e cont el rest del mè capital
dovevi passà tutt'i fest de Natal

Gh'era dent on bigliett de la Questura
de presentàss cont on poo de premura
e insemma a i alter mè document
la lista di dèbit che gh'hoo con la gent

Mi l'altra mattina sont ancamò in lett
la mia miée la me porta on bigliètt
el tò portafoeuj el se troeuva in Toscana
sveglia che gh'hoo de fà su l' utumana.

Ma mí de piang a sont in vèna
l'ha piangiùu tutta la via Arèna
Piangeva el Cecòtt, el Pino, el Gerosa
el Pèpp, el Brambilla con la sua tosa

Ma in d'ona sera che gh'è on poo de nèbbia
mí voo a curall propi in fond a via Trebbia
Bell bell, pian pian, pian pina, bell bell
ghe doo ona tapada tra coll e capèll.



domenica 28 settembre 2014

Canzone - Semper Mi... Che Rogna!

Semper Mi... Che Rogna! 




Tognella

Una simpatica canzone in dialetto milanese di Armando Russo (in arte il Tognella) e Alberto Rossetti!
Una canzone molto divertente!



mercoledì 24 settembre 2014

Canzone - La Gh'ha Ona Faccia

La Gh'ha Ona Faccia - Walter Valdi 





Una canzone del mitico Walter Valdi , scritta nel 1970 con la collaborazione del maestro Giovanni D'anzi 
(autore fra le altre di oh mia bella madunina, lassa pur ch'el mund el disa..)

in dialetto Milanese con sottotitoli in italiano !

per gli amanti del dialetto...Da Vedere !!!

Canzone - El Gir del Mond

El Gir del Mond - Nanni Svampa 





Nanni Svampa nasce pochi anni prima del secondo conflitto mondiale, a Porta Venezia, uno degli antichi ingressi della Milano medievale ancora esistenti. Era zona popolare, abitata da operai e impiegati, che vivevano a continuo contatto nelle case di ringhiera, abitazioni che si affacciavano su un cortile comune e in comune dividevano anche la vita quotidiana. Questa formazione popolana verrà rafforzata dallo scoppio del conflitto. Trasferitosi come sfollato a Porto Valtravaglia, piccolo comune in provincia di Varese adagiato sulle sponde del Lago Maggiore, crescerà in un mondo ancora rurale e provinciale, che molto influirà sul suo futuro artistico. Nanni Svampa è ateo. Su "Aforismi.it" ha trascritto il suo più rappresentativo: "ho quarant'anni, sono ateo da 25, non digerisco i digestivi, mi piace la testina di vitello e il barbera di 16 gradi, sono anticlericale viscerale, non riesco a smettere di fumare."

Acquista la canzone El gîr del mond su Amazon